NAPOLI E IL MEDITERRANEO NEL SETTECENTO

Scambi, immagini, istituzioni

 40,00

ISBN: 978-88-7228-834-4
Collana: MEDITERRANEA - 34
A cura di: Anna Maria Rao
Edizione: 2017
F.to: 17.00 x 24.00 cm.
Pagine: 286
Immagini b/n e a colori

Descrizione

Se nelle immagini letterarie “il mare non bagna Napoli”, anche nelle ricostruzioni storiche la dimensione mediterranea della capitale del Regno in età moderna si presenta più come sfondo indiscusso, come un dato geografico acquisito per natura, che come oggetto di riflessione specifica. Quasi insignificanti sono stati giudicati i suoi rapporti col mare, anche per questo trascurati dalla storiografia. Ben più presente la “marittimità” di Napoli è nelle tracce che ce ne ha lasciato il Settecento: nella politica dei trattati lanciata da Carlo di Borbone e nelle aspirazioni napoleoniche, nei progetti economici degli amministratori e degli scrittori illuministi, nelle politiche mercantili dei paesi europei, nei traffici intrecciati lungo le coste, nelle informazioni raccolte e rilanciate dai consoli da una riva all’altra, nei programmi di riassetto urbano, nelle pratiche dei tanti operatori impegnati nei mestieri del mare. Il Mediterraneo è dunque ben presente negli sguardi settecenteschi su Napoli e da Napoli, dove il mare è visto da molti come un pericoloso tramite di contagi sanitari e religiosi, da molti altri come una risorsa sprecata, una fonte di ricchezza da mettere al servizio della “felicità pubblica”. Gli studi raccolti in questo volume ricostruiscono da punti di osservazione diversi la storia dei rapporti tra Napoli e il Mediterraneo: scambi, giurisdizioni, negoziati, merci, consumi, incontri e confronti tra mondi e religioni diversi, giochi di immagini, progetti, rappresentazioni. Con ricchezza di materiali inediti, offrono un contributo non irrilevante di conoscenza e una ricognizione delle tante piste di indagine che ancora si aprono all’attenzione e alla curiosità degli studiosi.

INDICE

Anna Maria Rao, Introduzione. Napoli nel Mediterraneo del Settecento 

PARTE PRIMA
TRAFFICI, MERCI, GIURISDIZIONI

Biagio Salvemini, Crimini di mare, forme del diritto e conflitti mercantilistici nel Mediterraneo centrale: il ‘re proprio’ di Napoli e l’ammutinamento della St. John (1735-1736) 
Alida Clemente, Tra Europa e Mediterraneo: nuovi consumi e circuiti commerciali nella Napoli del Settecento 
Marcella Aglietti, Prerogative di Stato e conflitti giurisdizionali dalle carte di Giuseppe Bonechi, console toscano a Napoli (1765-1796) 
Annastella Carrino, Il Levante «que tenemos a la puerta». Progetti e pratiche del commercio mediterraneo nel Regno di Napoli di secondo Settecento 
Annalisa Biagianti, Guerra di corsa e traffici commerciali nell’Adriatico. La corrispondenza con Napoli del console francese ad Ancona nel periodo napoleonico 

PARTE SECONDA
CONTAGI: IL PORTO, IL REGNO E GLI ‘INFEDELI’
Marco Meriggi, La terra vista dal mare. Il Regno di Napoli e la peste di Costantinopoli del 1778 
Gennaro Varriale, Conversioni all’ombra del Vesuvio (1565-1828) 
Diego Carnevale, Il corpo dell’altro. Sepolture ebraiche e musulmane nella Napoli del Settecento 
Pasquale Palmieri, I Turchi, gli Ebrei e il mare. Il Mediterraneo e gli «infedeli» nelle agiografie napoletane del Settecento 

PARTE TERZA
PROGETTI E RAPPRESENTAZIONI
Brigitte Marin, Trasformazioni portuali a Napoli nel Settecento. La nuova strada della Marina e il paesaggio del litorale orientale 
Silvia Marzagalli, Napoli nel Settecento vista da Marsiglia: sguardi consolari svedesi e realtà marittime 
Alessandro Tuccillo, La «situazione» mediterranea di Napoli e del Mezzogiorno nel progetto riformatore settecentesco
Paolo Militello, Immagini del Mediterraneo dal Reale Officio Topografico di Napoli (1845) 
Maurice Aymard,

ABSTRACTS
THE AUTHORS
INDICE DEI NOMI