L’ERADICAZIONE DEGLI ARTROPODI
(formato PDF)

La politica dei beni culturali in Sicilia

per la versione cartacea cliccare qui

 11,20

ISBN: ISBN 978-88-7228-805-4-1
Autori: Mariarita Sgarlata
Edizione: 2016
F.to: 12.00 × 17.00 cm.
Pagine: 304
Tomi: I
ill. b/n e col.

Descrizione

pdf3La pagina che si sta visualizzando si riferisce al volume in formato PDF.
Una volta acquistato, il file PDF verrà inviato alla casella di posta elettronica specificata nel giro di 24 ore.
Il volume può essere richiesto anche inviando un messaggio di posta elettronica a [email protected]

en
This
 page refers to the volume in PDF format.
Once purchased, the PDF file will be sent within 24 hours to the email address specified.
For any request, just send an e-mail to [email protected]

Una lettera, datata 3 aprile 2013, giorno del mio insediamento all’Assessorato dei Beni Culturali della  Regione Siciliana, chiedeva un piano di controllo/eradicazione della infestazione di artropodi nel sito di Tindari. No, non ci posso credere – pensai ridendo – mi trovo ad affrontare nei prossimi mesi una delle questioni più complesse e strategiche per la Sicilia, la politica dei beni culturali, e invece che cosa mi chiedono? Di organizzare un «piano di lotta» contro le zecche!” Mai e poi mai avrei immaginato che, nei mesi a venire, questa sarebbe diventata la mia principale aspirazione: eradicare artropodi/politici dalle aree archeologiche, dai centri storici, dalle coste; sottrarre al loro controllo vampiresco quello che resta del passato della più grande isola del Mediterraneo. Esiste – è chiaro – una generazione, vecchia e nuova, di amministratori che hanno veramente a cuore le sorti dei loro territori, che soccorrono amorevolmente – spesso con forze proprie – i beni culturali e paesaggistici, che riescono a impegnare in modo virtuoso i fondi ministeriali e comunitari, che agiscono insomma per la collettività. Ma accanto a loro, a volte sopra di loro, vive e prospera una categoria ben riconoscibile di politici infestanti, che vandalizzano la cultura fino a renderla una delle cause principali del degrado e della  marginalità della Sicilia.

INDICE

Premessa – UN TECNICO A PALAZZO

Capitolo primo. IL SISTEMA DEI BENI CULTURALI IN SICILIA

La Soprintendenza del Mare ovvero un’esperienza olistica di successo – Riforma chiama riforma

Capitolo secondo. BUROCRAZIA VERSUS RIFORME

Cambiare la classe dirigente nella governance dei beni culturali – Non toccare la “casta” dei custodi

Capitolo terzo. DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

L’aritmetica culturale – La retorica identitaria

Capitolo quarto. UN PATRIMONIO DIFFUSO PER UNA POLITICA CONFUSA

Difendere il paesaggio: le leggi sul governo del territorio e sui parchi e le riserve – La Legge Urbanistica Regionale – No agli ecomostri e alle sanatorie – La Legge Regionale in materia di parchi e riserve – Contro il consumo del suolo: i piani paesaggistici e i parchi archeologici – I piani paesaggistici – I parchi archeologici

Capitolo quinto. L’EREDITÀ MATERIALE

Mio Dio, mi si è ristretto il bilancio!

Capitolo sesto. L’EREDITÀ IMMATERIALE

Capitolo settimo. IL RITORNO DEL GUERRIERO

La lunga estate calda – Sogno o sondaggio?

Capitolo ottavo. IL SALVATORE DELLA PATRIA

Il modello Tod’s e il modello Packard in Sicilia – Le cene eleganti

Capitolo nono. IL TRENO PERDUTO DEI FONDI COMUNITARI

A volte ritornano – Una voce poco fa – C’è signora e Signora

Capitolo decimo. L’ERADICAZIONE DEGLI ARTROPODI