Danilo Leone – Maria Turchiano,
LIBURNA 1
ARCHEOLOGIA SUBACQUEA IN ALBANIA
Porti, approdi e rotte marittime
(formato PDF)

con un’appendice di Giacomo Disantarosa

per la versione cartacea cliccare qui

 45,50

ISBN: 978-88-7228-831-3-1
Autori: Maria Turchiano, Danilo Leone
Edizione: 2017
F.to: 21.00 × 30.00 cm.
Pagine: 382
Immagini b/n e colori

Descrizione

pdf3La pagina che si sta visualizzando si riferisce al volume in formato PDF.
Una volta acquistato, il file PDF verrà inviato alla casella di posta elettronica specificata nel giro di 24 ore.
Il volume può essere richiesto anche inviando un messaggio di posta elettronica a [email protected]

en
This
 page refers to the volume in PDF format.
Once purchased, the PDF file will be sent within 24 hours to the email address specified.
For any request, just send an e-mail to [email protected]

L’Albania è uno tra i paesi del Mediterraneo occidentale in cui la ricerca archeologica subacquea risulta al momento poco sviluppata, nonostante la straordinaria ricchezza dei suoi litorali, costellati da importanti porti antichi, medievali e moderni. Durante gli anni del regime comunista l’attività subacquea era di fatto proibita, mentre dopo la sua caduta, e nella fase dei grandi sconvolgimenti che ha conosciuto il paese negli anni Novanta, si è avviata una preoccupante attività di depredamento di beni archeologici sommersi. Il Progetto “Liburna. Archeologia Subacquea in Albania” si è posto come obiettivi principali la redazione di una carta archeologica del litorale albanese, l’indagine di alcuni siti di particolare interesse e la realizzazione di varie attività mirate alla formazione professionale di archeologi subacquei e alla tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. Il volume prende in esame i risultati delle ricerche effettuate nel corso di quattro campagne di ricognizione condotte tra il 2007 e il 2010 lungo le coste meridionali dell’Albania, e in particolare tre grandi aree: la baia di Porto Palermo, la baia di Valona e il promontorio di Karaburun. I dati acquisiti sul campo, integrati al quadro delle informazioni pregresse e alla lettura delle testimonianze letterarie e cartografiche, hanno consentito di ricostruire le trasformazioni del paesaggio costiero e subacqueo, le rotte marittime e la circolazione delle merci fra l’età della colonizzazione e il pieno Medioevo.

INDICE

PRESENTAZIONE
di Neritan Ceka

PREFAZIONE
Un contributo alla storia e all’archeologia del ‘mare dell’intimità’
di Giuliano Volpe 

INTRODUZIONE
di Danilo Leone e Maria Turchiano 

I METODI DELLA RICERCA E DELL’ARCHIVIAZIONE DEI DATI 
di Danilo Leone e Nunzia Maria Mangialardi
Premessa. Il rilevamento cartografico e topografico. Il DBMS del Progetto Liburna.
La progettazione concettuale. Considerazioni conclusive.

IL GOLFO DI VALONA 
di Danilo Leone
Inquadramento topografico e cartografia storica.
Orikos: la città e la laguna di Paleokastro
Il paesaggio attuale. Le fonti letterarie ed epigrafiche. Storia delle ricerche.
Le prospezioni subacquee. Ipotesi di lavoro.
Capo Treporti
Il paesaggio attuale. Fonti letterarie e cartografiche. Storia delle ricerche. Le ricerche subacquee.
La struttura di fortificazione. La peschiera. Il relitto con carico di lapidei (Triport 1). Treporti: da città
portuale a emporion senza città?.

LA PENISOLA DI KARABURUN, I MONTI ACROCERAUNI E IL CANALE D’OTRANTO 
di Maria Turchiano
La penisola di Karaburun. Infames scopuli. I monti Acrocerauni. Il canale d’Otranto e la navigazione
nel basso Adriatico. Le prospezioni subacquee e gli ancoraggi, i ripari, gli scali commerciali e militari della
penisola di Karaburu.

GLI APPRODI DEL VERSANTE ORIENTALE
di Danilo Leone
La baia di Ragusa (Porto Raguseo) 
Fonti letterarie e cartografiche. La geomorfologia e le prospezioni subacquee.
La baia di San Basilio
La baia San Giovanni

Gli APPRODI DEL VERSANTE OCCIDENTALE
di Maria Turchiano
La baia di Dafine 
Le ricognizioni. I materiali. Il saggio di scavo. I materiali. Ancoraggi o relitti?
Alcune ipotesi interpretative.
La baia dell’Orso
La baia nelle fonti cartografiche e nei racconti dei viaggiatori. Le prospezioni subacquee e i materiali.
Un approdo all’ingresso del canale d’Otranto. Merci, commerci e vicende politico-militari nel basso Adriatico
medievale.
La Baia di Grammata
La baia nelle fonti cartografiche e nei racconti dei viaggiatori. Le prospezioni subacquee. L’estrazione
della pietra. Il culto dei Dioscuri, protettori dei marinai, nelle iscrizioni di Grammata. Le iscrizioni
di età romana e medievale. Un santuario marittimo a cielo aperto?. Una geografia sacra nel
basso Adriatico.

LO SFRUTTAMENTO DELLA RISORSA LAPIDEA NELLA PENISOLA DI KARABURUN 
di Maria Turchiano
Le cave di Mermer. Le tracce di coltivazione e lavorazione della pietra. Le prospezioni subacquee. Gestione e cronologia di sfruttamento delle cave.
Il calcare locale e i marmi di importazione. Il trasporto e gli usi.

LA BAIA DI PORTO PALERMO 
di Danilo Leone
Il paesaggio nelle fonti cartografiche e di viaggio. Le fonti antiche. Le prospezioni subacquee.
Porto Palermo: stazione di sosta e scalo secondario con funzioni commerciali e militari.

APPENDICE 
Le anfore: indicatori archeologici dei traffici commerciali lungo le coste albanesi
di Giacomo Disantarosa

BIBLIOGRAFIA 

ABSTRACTS

INDICE DEI LUOGHI

 

RECENSIONI

Archeo, n. 396, Febbraio 2018
liburna