IL MUSEO ARCHEOLOGICO DELLA PROVINCIA DI BARI
TRA CONSERVAZIONE E INNOVAZIONE

 18,00

ISBN: 978-88-7228-516-9
Collana: LE MOSTRE. I CATALOGHI - 9
A cura di: Luigi Todisco
Edizione: 2007
F.to: 17.00 × 24.00 cm.
Pagine: 196
Tomi: 1
Imm. B/N.

Descrizione

Gli atti della giornata di studio sul Museo Archeologico Provinciale di Bari, svolta il 19 maggio 2007, sono raccolti nel presente volume con una scelta editoriale di testi fluidi e sintetici, ponendo le referenze bibliografiche alla fine dei contributi, permettendo di conservare la “freschezza discorsiva dei partecipanti” – come sottolinea il curatore L. Todisco nella presentazione – in modo da divulgare rapidamente le problematiche e i progetti espositivi futuri del museo barese. Il volume si apre con articoli di carattere generale che allargano lo scenario ai musei archeologici italiani, a riflessioni sulla museologia contemporanea e ad un’analisi delle ideologie comuni alla società italiana tra Settecento e Novecento come premessa dei movimenti che hanno creato i musei nazionali, provinciali e locali.
Il lettore può ripercorrere i caratteri storici del museo, istituito nel 1875 per iniziativa della Donazione Provinciale della Terra di Bari, allestito in ambienti del Palazzo Ateneo e ceduto nel 1957 allo Stato e successivamente alla Soprintendenza alle Antichità della Puglia e del Materano, fino al decreto ministeriale che ne decideva la chiusura nel 1994. Il progetto, a partire dal 2001, di nuovo allestimento individuava, presso il complesso monumentale di Santa Scolastica, il contenitore entro cui realizzare un nuovo percorso espositivo con annesse strutture per gli uffici, il deposito e il restauro. Le nuove prospettive museografiche, avviate sulla base del catalogo informatizzato, vengono filtrate e confrontate in questi atti attraverso l’esperienza bresciana del Monastero di S. Salvatore e S. Giulia utilizzati come sede museale e discusse ampiamente nella tavola rotonda. I saggi conclusivi illustrano la storia della ricerca archeologica in Peucezia, degli archeologi e delle istituzioni che si sono spese per arricchire le collezioni del Museo Archeologico di Bari.

INDICE

Prefazione
di L. Todisco

Relazioni

L. Todisco
Saluto e presentazione

A. Bottini
Problemi e prospettive dei musei archeologici in Italia

M. Torelli
Musei nazionali, musei provinciali, musei locali: un accordo difficile

E.M. De Juliis
Formazione e storia del Museo della Provincia di Bari

F. Radina
Il Museo Archeologico di Bari nel sistema museale italiano

E. Angiuli
Nuove prospettive museografiche per il Museo Archeologico della Provincia di Bari

L. Ceci e P. Spagnoletta
Il Museo Archeologico Provinciale di Bari dal riordino al catalogo informatizzato

R. Stradiotti e F. Morandini
L’esperienza bresciana del Monastero di S. Salvatore – S. Giulia come sede museale e i progetti per l’area capitolina

Tavola rotonda e Dibattito

Storia della ricerca archeologica in Peucezia nel Museo di Bari
Testi della mostra

L. Lapenta e R. Palombella
La fondazione del Museo Archeologico della Provincia di Bari

A. Battisti
Maximilian Mayer primo direttore del Museo Archeologico di Bari

G. Agresti
La lunga ed intensa attività di Michele Gervasio

A. D’Amicis
Il Museo di Bari e la ricerca archeologica dal 1960

Partecipanti