LA TAZZA DI CIOCCOLATA

con un profilo bio-bibliografico dell’Autore
e Catalogo degli scritti sul cacao e il cioccolato (1516-1900)
di Luigi Sada
traduzione dal latino dei PP. A. Chetry e G. Pagliarulo S. J.

Esaurito

ISBN: 978-88-7228-006-5
Collana: I CLASSICI DELLA CULTURA PUGLIESE - 2
Autori: Francesco Maria Brancaccio
Edizione: 1979
F.to: 17.00 × 24.00 cm.
Pagine: 116 / XXVI
Tiratura: 80
12 Imm. B/N

Descrizione

Il volume contiene la ristampa (con testo latino a fronte) della prima edizione, datata al 1664, dell’opera De chocolatis potu di Francesco Maria Brancaccio, cardinale e vescovo italiano vissuto a cavallo tra Cinquecento e Seicento. In questo trattato l’alto prelato sosteneva che la cioccolata rompeva il digiuno solo se densa, perché diventava cibo più che bevanda. Di conseguenza l’assunzione di questo “brodo indiano”, come Brancaccio definiva la cioccolata, era universalmente accettata, anche nel periodo quaresimale. L’opera comprende anche il metodo di preparazione e alcune lodi finali rivolte alla bevanda salutare, in virtù del fatto che il liquidum non frangit jejunum.

INDICE

Luigi Sada: Profilo bio-bibliografico di Francesco Maria Brancaccio

Francesco Maria Brancaccio: De chocolatis potu (con traduzione a fronte)

Note alla traduzione

Luigi Sada: Catalogo degli scritti a stampa sul cacao e il cioccolato (1516-1900)

Ringraziamento e dedica