STORIE DI FAMIGLIE

Mobilita’ della ricchezza in Capitanata tra Sette e Ottocento

 12,90

ISBN: 978-88-7228-137-6
Collana: MEDITERRANEA - 6
Autori: Saverio Russo
Edizione: 1995
F.to: 14.00 × 21.00 cm.
Pagine: 176 / XVI
Tomi: 1
Tiratura: 1000
6 Imm. B/N

Descrizione

Tre immigrati a Cerignola, nel Tavoliere, nel corso del Settecento, registrano perfomances di diverso segno. I discendenti del coratino Paolo Tonti sono protagonisti di una spettacolare vicenda di mobilità della ricchezza. Alla terza generazione cerignolana, però famiglia e cognome si estinguono.
I figli e i nipoti dell’immigrato Michele Cirillo, nel breve volgere di un trentennio, a cavallo tra Sette e Ottocento, si affermano anch’essi tra i più cospicui proprietari terrieri, mantenendo fino ai nostri giorni beni immobili e prestigio. Invece il napoletano Michele Biancardi, che nei primi anni dell’Ottocento è tra i più ricchi massari di Cerignola, sarà vittima, ben presto, di un rovinoso declassamento.
La ricerca tenta di individuare i fattori di tali differenti vicende e di ricostruire il contesto entro le quali si situano.

INDICE

Introduzione

1. Il contesto: popolazione e risorse in un’agrotown del Tavoliere
Cerignola dalla fine del Seicento alla metà dell’Ottocento – Le risorse: la terra, ad esempio

2. I Tonti: l’ascesa
Paolo Tonti senior: da Corato a Cerignola – Fazione filobaronale e immigrati – La “sperimentata buona guida” di Laura – Francesco Tonti: terre pubbliche e funzioni amministrative – “Per accrescere il lustro” della famiglia – L’espansione del patrimonio e la sua gestione – Il “gioco d’azzardo” della masseria e i “mercati” della terra

3. I Cirillo: un’ascesa tra “negozio”, credito e impresa agricola

4. Una rovinosa caduta: Michele Biancardi, immigrato non integrato

5. Paolo Tonti junior: liti in famiglia e accumulazione fondiaria
Tensioni familiari e faticose ricuciture – Il matrimonio di Paolo e la lite con i Chiomenti – Ampliamento e gestione del patrimonio – Passione e morte di un massaro arricchito