UOMINI, TERRE E STRADE

Aspetti dell’Italia centroappenninica fra Antichità e Alto Medioevo

 51,50

ISBN: 978-88-7228-140-6
Collana: MUNERA - 5
Autori: Elvira Migliario
Edizione: 1995
F.to: 17.00 × 24.00 cm.
Pagine: 240
Tiratura: 604
Rilegato
Imm. B/N Tavv. f.t.

Descrizione

Il libro intende individuare e ricostruire – avvalendosi di fonti eterogenee sia antiche sia altomedievali, nonché di una vasta documentazione cartografica e aereofotografica – le varie forme di utilizzo dei suoli, la rete viaria dei percorsi locali e a lungo raggio, la tipologia insediativa e l’organizzazione del territorio presenti in età romana nelle varie aree subregionali oggi comprese tra il Lazio settentrionale e l’Abruzzo interno.
Scopo dell’indagine è esaminare come le strutture insediative e territoriali, generalmente ascrivibili al modello vicano-paganico, che caratterizzano queste aree nel corso dell’età antica, abbiano mantenuto una loro vitalità funzionale, o al contrario si siano indebolite fino a scomparire, in seguito all’occupazione da parte dei Longobardi spoletini.

INDICE

Prefazione
Introduzione

1. Dal Fisco ducale ai Farfensi: processi di acquisizione fondiaria in età longobarda
I Longobardi in Sabina
I beni farfensi nel Cicolano
Organizzazione longobarda della valle del Turano
Gualdi e curtes nell’Amiternino
Possessi farfensi nel territorio di Furcona

2. Viabilità antica e medievale
La rete stradale del Cicolano e i suoi collegamenti con la valle del Turano e con l’Amiternino
Il nodo viario dell’Amiternino
La viabilità nel territorio di Aveia/Furcona

3. Insediamenti e organizzazione del territorio in età antica
Villae e vici nel territorio dei Mutuesci
Terre private e terre vicane nel Cicolano
Articolazioni del sistema vicano nell’Amiternino
Insediamenti paganici vestini tra Aveia e Peltuinum
Alcune conclusioni

Bibliografia
Indice delle fonti
Indice dei nomi geografici
Vie maggiori e minori, tratturi
Indice dei nomi propri
Indice tematico