LA ‘SCALATA’ DEL LIGURE

Saggio di commento a Sallustio, Bellum Iugurthinum 92-94

 13,40

ISBN: 978-88-7228-172-7
Collana: SCRINIA - 11
Autori: Graziana Brescia
Edizione: 1997
F.to: 14.00 × 21.00 cm.
Pagine: 166
Tiratura: 500

Descrizione

I capitoli 92-94 del Bellum Iugurthinum consentono di individuare la reificazione di un procedimento caratteristico della tecnica narrativa sallustiana, quello, cioè, di alternare l’esposizione dei fatti di guerra alla rappresentazione biografico-moralistica dei personaggi. Il principio generativo di questo micro-racconto – che vede come protagonisti il Ligure e le chiocciole – va riconosciuto, infatti, nell’influsso della fortuna che finisce per giocare un ruolo del tutto predominante rispetto alla virtus. La peripezia che permette all’umile miles gregarius di arrogarsi funzioni e peculiarità di dux, risolvendo la situazione critica in cui Mario si trova bloccato dopo il fallimento di molteplici tentativi di espugnare la fortezza di Mulucca, apre due possibilità: da una parte agevola un’analisi di natura più propriamente storico-letteraria circa l’interrelarsi dicotomico nel pensiero sallustiano di virtus e fortuna, dall’altra rivela suggestive analogie con lo schema morfologico-strutturale incentrato sulle vicende dell’ “unpromising hero”, nonché sui singolari processi di interscambiabilità e di simbiosi tra eroe e potenziale adiuvante.

INDICE

Premessa

1. Status quaestionis
2. Costanti e varianti di uno schema narrativo
3. A proposito di un Έκφρασις τόπου
4. La ‘fiducia loci’ e il punto di vista degli assediati
5. Mario, ovvero il comandante imperfetto
6. Il Ligure: dalla ‘marginalità’ al protagonismo
7. Il galateo del comandante
8. L’attacco ‘per occasionem’

Bibliografia
Indice dei passi citati
Indice dei nomi e delle cose notevoli
Indice degli studiosi moderni