copertina potentia

Un paesaggio di età romana rivelato. Potentia e la valle del Potenza fra l’Appennino e il mare Adriatico
Revealing a Roman Landscape. Potentia and the Potenza valley between the Apennines and the Adriatic sea

Ante Quem

€ 14,00

Categoria: Ex Libris
A cura di: Frank Vermeulen, Francesca Carboni, Sophie Dralans, Debby Van den Bergh
Edizione: 2017
F.to: 21.00 x 21.00 cm.
Pagine: 128
ill. col.

Descrizione

Un paesaggio che si legge come un libro di storia, quello della valle marchigiana del fiume Potenza, importante corridoio di comunicazione tra gli Appennini e l’Adriatico fin dall’antichità. Grazie soprattutto ai recenti sistemi di indagine non invasiva e alle prospezioni intensive condotte dall’Università di Gent, si dispone oggi di una straordinaria quantità di informazioni che, unite a quelle note dalle precedenti e più tradizionali ricerche archeologiche, delineano in modo esemplare l’impatto della romanizzazione su questi territori e l’interazione culturale tra Romani, Piceni e altre popolazioni che abitarono la zona. Una particolare attenzione è riservata alla città costiera di Potentia, colonia fondata all’inizio del II secolo a.C. che, con la sua posizione cruciale tra la valle e il mare, fu essenziale per la formazione di questo antico paesaggio romano. 

A landscape that reads like a history book, the one of the of the Potenza River valley in Marche, a major communication corridor between the Apennines and the Adriatic since Antiquity. Thanks in particular to the recent non-invasive investigations and intensive surveys conducted by Ghent University, there is today an extraordinary amount of information that, coupled with the results from previous and more traditional archaeological investigations, exemplify the impact of Romanization on these territories and of cultural interaction between Romans, Picenes and other populations who lived in the area. Particular attention is paid to the coastal town of Potentia, a colony founded at the beginning of the 2nd century BC. which, thanks to its crucial position between the valley and the sea, was essential for the formation of this ancient Roman landscape.