DocStudi63

LIBERTAS TUENDA

Forme di tutela del cittadino romano in età repubblicana

€ 25,00

ISBN: 978-88-7228-799-6
Collana: DOCUMENTI E STUDI - 63
Autori: Nicolò Spadavecchia
Edizione: 2016
F.to: 17 x 24 cm.
Pagine: 176

Descrizione

Il cittadino della Repubblica romana antica gode della facoltà di protestare contro i depositari del potere pubblico che intendano ledere l’integrità fisica, giuridica o politica dei privati: le minacce di coercizione si interrompono dinanzi alla provocatio ad populum e alle appellationes, vere grida di sfida con cui il civis ufficializza la sua contestazione nel Foro romano, centro del controllo sociale e del dibattito politico.

INDICE

Premessa

di Marina Silvestrini

Introduzione. Libertas tuenda

I. La provocatio ad populum fra mito e storia

1. “Provoco ad populum”

2. La provocatio ad populum nelle testimonianze antiche

3. La controversa natura della provocatio ad populum

II. Presupposti e liceità della provocatio ad populum

1. La provocatio come giustificazione di una condotta manifesta

2. Le leges de provocatione e la tutela fisica del provocante

3. L’estensione spaziale del ius provocationis

III. Provocatio e appellatio nella realtà del Foro romano

1. Dalla provocatio al iudicium populi

2. “Appellatione vestrum usurpatis ius

Appendice I. Provocatio a fetialibus?

Appendice II. Elenco dei casi attestati di provocatio e appellatio

Bibliografia

Indice delle fonti letterarie citate