amoreperantico_1

Amore per l’antico

Scienze e Lettere

€ 120,00

Categoria: Ex Libris
Autori: Gabriele Baldelli, Fulvia Lo Schiavo
F.to: 21 x 30 cm.
Pagine: 574 + 312
Tomi: 2

Descrizione

La storia di Amore per l’Antico è iniziata il giorno stesso delle esequie di Giuliano de Marinis, la cui prematura scomparsa aveva colpito e addolorato tutti i suoi moltissimi amici. È stato semplice compilare una lista dei collaboratori di Giuliano nel corso della sua carriera nelle Soprintendenze per i Beni Archeologici della Toscana, delle Marche e del Veneto. Meno facile è stato elencare i suoi molti amici, alcuni dei quali ricordati dai colleghi, altri suggeriti dai primi contattati, altri ancora autopropostisi con insistenza: il criterio è stato quello di raccogliere quanti più amici di Giuliano possibile, dando già per scontato che chi non avesse inteso proporre un articolo scientifico potesse partecipare con un contributo anche breve, contenente un ricordo, un pensiero affettuoso, la memoria di un’esperienza in comune con lui. Si è giunti così a 114 testi, che hanno reso necessaria la divisione in due tomi, da leggersi in continuità, e che rendono difficile sintetizzare qui, per la loro varietà, il contenuto dell’intera opera. Questo è tuttavia a sufficienza indicato, oltre che dagli ambiti regionali già accennati (peraltro non esclusivi), dal sottotitolo Dal Tirreno all’Adriatico, dalla Preistoria al Medioevo e oltre formulato in modo da abbracciare l’estensione dell’attività e ancora di più la molteplicità degli interessi di Giuliano, che hanno spaziato dalla protostoria all’età classica, tardoantica e medievale, come si può constatare dalla sua biografia e bibliografia riproposte per l’occasione. Escluso qualunque criterio ordinatore rigido, l’inquadramento degli articoli è stato ‘personalizzato’ sot-tolineando l’aspetto del tributo di amicizia e seguendo in qualche modo la traccia offerta dal curriculum vitae di Giuliano: dalla Toscana (preceduta però da Lazio e Umbria), alle Marche e al Veneto; all’interno delle varie regioni la successione è determinata dalla cronologia dei soggetti trattati, includendo anche vari saggi di archeometria e di scienze naturali che Giuliano avrebbe apprezzato, data la sua propensione per tali generi di ricerche. Il titolo AMORE PER L’ANTICO coglie lo spirito e la passione alla quale Giuliano de Marinis ha informato tutta la sua esistenza. La sua filosofia è adombrata nel breve racconto mitologico L’ultima avventura, un suo scritto inedito: nei due personaggi di Diomede e Ulisse che cercano la sede degli dei sull’Olimpo vanno riconosciuti nel primo certamente Giuliano e nel secondo, con quasi altrettanta certezza, Francesco Nicosia. Ma esiste poi l’Olimpo? Forse no. La ricerca però è necessaria e doverosa e merita di dedicarci l’esistenza. (Gabriele Baldelli e Fulvia Lo Schiavo).